Cittadini vessati nonostante centinaia di ricorsi vinti e Comune di Palermo condannato a pagare le spese. La denuncia dell’Unione dei Consumatori