Viviana Gullo, da Palermo a Moulins l’impegno quotidiano per i diritti umani

Da Palermo alla capitale storica del Borbonese, Moulins. È il percorso quasi regale tracciato da Viviana Gullo, che un giorno si è detta “voglio vivere” e ha scelto di diventare una volontaria per il Corpo Europeo di Solidarietà.

“Ora o mai più”: la decisione di partire

Non è stata una scelta facile, ma sicuramente quella più giusta. “Quando mio papà è morto proprio all’età della pensione – racconta a una testata francese – mi son detta che o lo facevo ora o mai più”. Gullo, infatti, è figlia di un ex dirigente generale dell’Assessorato regionale dei Beni Culturali, Ambientali e Educazione permanente, Gaetano Gullo, di Aliminusa, morto nel 2017 a soli 60 anni. È quindi a lui che ha pensato quando, dopo la laurea, ha capito di volersi dedicare agli altri. E così è partita.

Gli studi e l’interesse per i diritti umani

Non che le scelte della giovane palermitana fossero così lontane da ciò che aveva scelto di studiare fin dall’inizio. Una magistrale in Diritto dell’Unione Europea e un interesse mai spento per i diritti umani la accompagnano in Francia. All’università ha studiato a Torino, arricchendosi dell’esperienza e storia piemontese, tant’è che racconta: “Palermo è la mia terra, Torino la mia città”.

Oggi i suoi studi e la sua passione l’hanno condotta a Moulins, dove offre il suo aiuto al centro giovanile, che si chiama Point information Jeunesse. Lì organizza incontri per i ragazzi dell’area, concentrandosi sugli scambi interculturali, come quello dedicato al Natale che si svolgerà giorno 9 dicembre.

Le lezioni d’inglese e quei temi “caldi” accessibili a tutti

Ma non solo incontri informali: Gullo ha voluto creare un ambiente in cui si potesse parlare anche di temi più complessi. Nel corso delle sue lezioni d’inglese (tra l’altro gratuite), ad esempio, non si affrontano soltanto grammatica e modi di dire: le tematiche al centro dell’attenzione sono proprio quelle che toccano i più giovani, come l’ambiente e l’uguaglianza di genere.

D’altronde, lei rimane sempre un’esperta nel suo settore. E proprio per questo può anche fornire assistenza su questioni più tecniche riguardo progetti e cittadinanza europea. Ma restano comunque le tematiche sociali quelle che la toccano di più: ed è di queste che scrive per DirittoConsenso.it, un blog che vuole rendere il diritto comprensibile a tutti – soprattutto coloro che ne hanno bisogno.

%d bloggers like this: