Press "Enter" to skip to content

Disabili gravissimi, dalla Regione 15 milioni di euro

Arrivano dalla Regione Siciliana quindici milioni di euro per l’assistenza ai disabili gravissimi. Il decreto è del dirigente generale del Dipartimento della Famiglia e delle politiche sociali. I fondi serviranno per l’assistenza a 3682 persone. Le somme sono destinate ai Distretti socio-sanitari.  Poco più di tredici milioni derivano dal Fondo per la non autosufficienza, attraverso cui si attuano appunto prestazioni e servizi per persone non autosufficienti e disabili considerati gravi e gravissimi. Altri due milioni e mezzo sono altri fondi regionali attraverso cui vengono cofinanziati quelli nazionali. La prima tranche di finanziamento, pari all’80%, verrà erogata all’avvio dei progetti, il restante 20% al termine dell’attività e dopo la rendicontazione.

Il numero maggiore di richieste è arrivato dal distretto di cui è capofila Agrigento: 323 i disabili da assistere, sono stati stanziati un milione e 363 mila euro. A Siracusa andranno 675 mila euro per erogare servizi a 160 persone, a Partinico poco più di 637 mila euro per 151 persone. Per Caltagirone stanziati 620 mila euro per prestazioni a 147 persone, a Licata 607 mila euro per l’assistenza a 144 disabili. Sono 130 i richiedenti del distretto socio-sanitario di Alcamo, per loro sono disponibili oltre 548 mila euro. E ancora 119 persone da assistere a Modica per le quali sono previsti 502 mila euro, 115 a Ragusa con uno stanziamento di 485 mila euro. A Catania andranno quasi 477 mila euro per l’assistenza a 113 persone, sono 110 gli aventi diritto invece sia a Misilmeri che a Messina e per i due distretti è stata stanziata un’analoga somma pari a poco più di 464 mila euro. A Palermo andranno 30 mila euro per 102 disabili. Cento i richiedenti a Sciacca, al distretto arriveranno 422 mila euro. L’elenco dei distretti beneficiari è lungo. In provincia di Agrigento ci saranno fondi anche per Bivona (156 mila euro), Canicattì (139 mila), Casteltermini (122 mila), Ribera (223 mila). Nel Nisseno finanziati i distretti di Caltanissetta (337 mila euro), Mussomeli (219 mila euro), San Cataldo (quasi 190 mila euro). Nessuna richiesta dal distretto di Gela a cui non vanno finanziamenti. In provincia di Catania figurano in elenco anche Adrano (37 mila), Acireale (130 mila), Bronte (329 mila), Giarre (quasi 304 mila), Paternò (59 mila), Gravina di Catania (329 mila), Palagonia (circa 401 mila). Nell’Ennese finanziati i progetti di Agira (118 mila), Enna (320 mila), Nicosia (59 mila), Piazza Armerina (189 mila). Fondi per i distretti di Lipari (33 mila), Milazzo (405 mila), Barcellona Pozzo di Gotto (185 mila), Mistretta (84 mila), Patti (164 mila), Sant’Agata di Militello (325 mila), Taormina (303 mila). Nel Palermitano ci sono pure Cefalù (287 mila), Carini (312 mila), Petralia Sottana (126 mila), Termini Imerese (109 mila), Lercara Friddi (130 mila), Bagheria (118 mila), Corleone (113 mila). A Vittoria destinati 189 mila euro. Nel Siracusano finanziati anche i distretti di Noto (84 mila euro), Augusta (206 mila), Lentini (88 mila). Infine la provincia di Trapani con i distretti di Trapani (346 mila), Pantelleria (21 mila, l’importo più basso con soli 5 disabili da assistere), Marsala (257 mila euro), Mazara del Vallo (206 mila) e Castelvetrano (71 mila euro).

Comments are closed.

%d bloggers like this: