Salina, Legambiente: “Nuova spiaggia, soldi buttati”

La nuova spiaggia di Rinella, nel Comune di Leni, Salina, suscita le critiche di Gianfranco Zanna, presidente di Legambiente Sicilia. “Milioni di euro per devastare la spiaggia, che un tempo era di sabbia nera, con ghiaietto acuminato dell’Etna, che scoraggia turisti e locali. – dice – preoccupati per quello che accadrà alle altre spiagge dell’arcipelago”.

Salina


    Zanna si è rivolto all’assessore regionale del territorio e dell’ambiente Toto Cordaro e ai sindaci dei Comuni delle Eolie. “Qualche mese fa – esordisce – è stato effettuato un nuovo intervento di consolidamento e di ripascimento dell’arenile di Rinella: questa piccola e magnifica spiaggia di sabbia nera aveva già sofferto gli effetti nefasti della realizzazione della banchina, risalente a quarant’anni fa; sebbene ridotta in estensione, nonostante ciò presentava ancora caratteristiche di pregio fino a quando hanno avuto inizio le opere di ripascimento”.

Leggi anche:  Marsala, cinque in corsa per guidare la Procura


    Dura la replica del sindaco di Leni Giacomo Montecristo “Rispondo a quest’ultima provocazione del presidente regionale di Legambiente – dice – con il fatto che Rinella ha riottenuto con i lavori di ripascimento una spiaggia apprezzata da un gran numero di bagnanti, già molto più numerosi rispetto agli anni scorsi, che possono apprezzare un’ampia area per la balneazione.


    La spiaggia e le retrostanti grotte hanno riacquistato l’antico splendore come nel vecchio film di Anna Magnani girato proprio sulla spiaggia di Rinella nel 1949″. (ANSA).

>