lunedì, aprile 19

Sicilia, contagi Covid stabili e boom di tamponi

Condividi

Resta sostanzialmente stabile la curva dei contagi Covid in Sicilia, anche se l’isola conquista oggi il primato tra le regioni italiane sul fronte dello screening. Sono 478 infatti i nuovi positivi su 20.864 tamponi processati, un vero record, con una incidenza di quasi il 2,3%, in leggera risalita dopo la costante discesa degli ultimi giorni.

La regione è nona nel numero di casi giornaliero. Le vittime sono 18 e portano il totale a 4.156. Torna invece a crescere il numero delle persone attualmente contagiate: 26.181, con un incremento di 199 casi rispetto a ieri a causa di un calo dei guariti che sono 261. Si mantiene stabile anche il dato dei ricoveri ospedalieri: 858, esattamente come ieri, anche se in terapia intensiva scendono a 132, uno in meno.
    Una situazione complessivamente confortante, anche se la guardia resta alta. Lo conferma il fatto che la maggior parte degli istituti superiori dell’isola hanno preferito non riaprire al 75%, come pure aveva consentito a partire da oggi l’assessore regionale all’Istruzione Roberto Lagalla. “Dalle notizie apprese – spiega il direttore dell’ufficio scolastico regionale Stefano Suraniti – risulta che salvo poche eccezioni le scuole hanno proseguito con l’attività didattica in presenza al 50% della popolazione studentesca”. Una decisione che sarebbe legata in particolare alle carenze che si riscontrano ancora sul fronte del trasporto pubblico.
    Una notizia positiva, infine, viene da uno dei settori più colpiti dalla crisi causata dalla pandemia, quello del turismo. Aeroviaggi Spa – il tour operator più importante di Sicilia e Sardegna e uno dei primi in Italia, con 12 resort di proprietà e oltre 1 milione di presenze annuali – annuncia la riapertura, a partire dal prossimo 12 marzo, del Premium Resort Torre del Barone a Sciaccamare. La riapertura avviene al 50% della capienza disponibile e prevede l’applicazione di tutte le necessarie misure di prevenzione e di contrasto al Covid-19, tra cui il tampone rapido gratuito effettuato dal medico aziendale presente in struttura a tutti gli ospiti al loro arrivo. Il Gruppo prevede anche prenotazioni flessibili in caso di mutato scenario sanitario. “La riapertura del resort – sottolinea Marcello Mangia, presidente di Aeroviaggi Spa – rappresenta un messaggio di fiducia e positività che vogliamo lanciare al mondo del turismo e ai nostri partner, nel rispetto come sempre della massima sicurezza e a tutela della salute dei nostri clienti”.