Sicilia, Finanziaria: più di mille emendamenti, corsa contro il tempo

Condividi

“Non so ancora se ci sarà un altro mese di esercizio provvisorio, allo stato non posso escludere assolutamente niente. A meno che il Governo non ritiri il maxi emendamento e allora  ritorniamo alla finanziaria base da approvare entro il 31 dicembre  scorso. Questa potrebbe essere una soluzione”. E’ il monito del  Presidente dell’Assemblea regionale siciliana Giovanni Ardizzone che,  a margine di un protocollo di collaborazione con la Grecia, parlando  della finanziaria che la prossima settimana dovrebbe approdare in  aula. Sono oltre mille gli emendamenti presentati alla Commissione  Bilancio.

“Sono stati presentati tantissimi emendamenti alla legge  finanziaria, numericamente non so neppure quanti siano – dice  Ardizzone – E’ chiaro che vanno sfoltiti, vediamo il lavoro che farà  la Commissione Bilancio. Certo, devo dire che il Governo non ha  aiutato questo percorso. Perché, rispetto alla manovra che  preannunciava di volere approvare la manovra entro il 31 dicembre,  come volevasi dimostrare, il Governo Crocetta ha presentato un super  maxi emendamento che ha dato la possibilità – correttamente – ai  deputati di intervenire in aula, perché questo è il compito del  legislatore. E’ chiaro che si discute di emendamenti che mi sembrano  un po’ forzati, la presidenza dell’Ars farà il suo percorso”.

Leggi anche:  Debito di oltre 3 milioni, Istituto Vite e Olio della Sicilia verso la chiusura