Beni confiscati alla mafia, da Palermo la proposta di un decalogo per la riforma

Assicurare la rotazione di amministratori giudiziari altamente specializzati, rafforzare il ruolo dell’Agenzia nazionale per i beni confiscati soprattutto nella fase di destinazione dei beni, sgravandola del peso dell’ amministrazione diretta, pagare subito i creditori in buona fede delle aziende sequestrate, creare tribunali distrettuali specializzati con competenze pluridisciplinari. Sono alcuni punti di un decalogo elaborato dagli esperti e dai magistrati che […]

Continue reading »