Amia. I commissari: comune di Palermo inadempiente

Amia. I commissari: comune di Palermo inadempiente
30 agosto 2012
L’impegno assunto dall’Amministrazione comunale presso il Tribunale sezione fallimentare di Palermo, di predisporre una proposta di concordato da sottoporre al Ministero dello Sviluppo Economico per la sua autorizzazione  non è  stata mantenuta.
La proposta di concordato elaborato dal liquidatore è stato consegnato al Comune il 31 luglio ultimo scorso senza che questo, ad oggi, si sia espresso al riguardo.
 

Il mancato rispetto dell’impegno costituisce un grave rischio per la procedura di amministrazione straordinaria tenuto conto delle gravi conseguenze che ne potranno derivare e delle quali non potranno essere assolutamente addebitabili alla gestione commissariale.
 
In riferimento, poi, alla richiesta di accesso alla cassa integrazione, si ribadisce che nessuna richiesta è stata al riguardo avanzata dai Commissari  e, soprattutto, si chiarisce che eventualmente si tratterebbe di cassa integrazione in deroga non potendo, come apparso erroneamente sui mezzi di stampa, accedere alla normale Cassa Integrazione Guadagni.
Leggi anche:  Rifiuti, il piano di Crocetta per i termovalorizzatori passa in Giunta


Commenti

La colonna infame