Mancano i fondi, bloccato il distretto della meccatronica

Mancano i fondi, bloccato il distretto della meccatronica
13 settembre 2012

Due aziende di Reggio Emilia puntano su Palermo e decidono di aderire al prossimo progetto del Distretto Meccatronica. Trenta imprese siciliane pronte a investire 20 milioni ma vengono bloccate da scelte scellerate di governo. Tutti i numeri, gli investimenti, l’occupazione, e più in generale lo stato dell’arte del distretto meccatronica saranno presentati in conferenza stampa domani mattina alle 10.00 nella sede di Confindustria Palermo, via XX Settembre 53.

Alla conferenza stampa parteciperanno, tra gli altri, il presidente di Confindustria Palermo, Alessandro Albanese, l’assessore regionale delle Attività Produttive, Marco Venturi, il prorettore dell’Università Salvatore Leone, Umberto La Commare per il Consorzio Arca, la Federazione Italiana dei Distretti, il presidente del Distretto Meccatronica, Antonello Mineo, gli imprenditori che da Reggio Emilia vengono a investire a Palermo e tutte le imprese del distretto meccatronica.

Leggi anche:  Aeroporto di Comiso, superati i 64mila passeggeri


Commenti

La colonna infame