Misure per lo sviluppo in Sicilia, dall’Ars ci si aspetta un atto di responsabilità

Misure per lo sviluppo in Sicilia, dall’Ars ci si aspetta un atto di responsabilità
3 maggio 2017

Diciamolo subito: dai deputati dell’Assemblea regionale siciliana ci si aspetta un atto di responsabilità. Non è tanto se ci pensate: serve un piccolo impegno, un atto di buona volontà per dare alle imprese siciliane ciò che si aspettano, per dare ai territori la forza di di crescere. Un impegno, in una legislatura piuttosto grigia, che potrebbe ridare fiducia. E la fiducia, come tutti sanno, ha un valore economico altissimo.

La Sicilia ne ha assolutamente bisogno e la politica ha il dovere di dare risposte a questa terra. Fin qui gli inquilini di Palazzo dei Normanni non hanno dimostrato di avere grande attenzione per il sistema produttivo siciliano: hanno piuttosto preferito i giochini del teatrino della politica, hanno giocato a fare i grandi statisti provando a celare la loro mediocrità. Ora che siamo in campagna elettorale, in questa lunghissima campagna che ci porterà alle elezioni del presidente della regione a novembre, non è detto che riescano o vogliano fare ciò che non sono riusciti a fare sinora. Vogliamo ricordare che le primarie e tutto il resto son cose che stanno fuori dall’aula che ancora, aulicamente, tutti chiamano parlamentare.

E quindi, con atto di responsabilità, provino a cambiare passo per farsi ricordare come quelli che hanno avuto a cuore le sorti della Sicilia e dei siciliani e non, miseramente, per aver portato a casa l’indennità parlamentare senza meritarla.

Leggi anche:

Sicilia, “Finanziaria bis”: ecco tutte le misure per le imprese



Commenti

La colonna infame