Catania, sequestrati 550 articoli contraffatti: denunciato imprenditore cinese

Condividi

I militari del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Catania, nell’ambito dell’intensificazione dell’azione di contrasto all’economia illegale e sommersa durante la stagione estiva, disposta dall’Autorità di Vertice, hanno eseguito un intervento nel settore della contraffazione e della tutela del made in Italy, sottoponendo a sequestro oltre 550 articoli contraffatti e riportanti mendaci indicazioni di provenienza. I Finanzieri del Gruppo di Catania hanno ispezionato una ditta, gestita da un cittadino cinese, allocata nelle vicinanze del mercato rionale denominato Fera o’ luni, rilevando la presenza di numerosi articoli illeciti, di abbigliamento ed accessori. Tra il materiale contraffatto, le Fiamme Gialle etnee hanno constatato la presenza di cappelli riproducenti marchi famosi (Gucci, New York Yankees e Burberry), ovvero la vendita di numerosi copricapi, i quali, sebbene di produzione asiatica, riportavano le raffigurazioni della bandiera italiana per indurre in errore il consumatore finale sulla reale origine delle merci in questione. Al termine delle attività, l’imprenditore cinese è stato deferito alla Procura etnea per il reato di introduzione nello Stato e commercio di prodotti con segni falsi e per le fattispecie previste dal Codice Penale per la vendita di articoli con indicazioni mendaci.

Leggi anche:  Sicilia, in arrivo 18 milioni per le Città metropolitane
https://www.ilmattinodisicilia.it/wp-content/uploads/2018/07/finanza-catania-1024x576.jpg

0 thoughts on “Catania, sequestrati 550 articoli contraffatti: denunciato imprenditore cinese”

Write a Reply or Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *