domenica, aprile 18

Notizie dalla Sicilia

Cronaca dalla Sicilia, tutte le notizie dalla Sicilia, Giornale di Sicilia, news, attualità, informazione dalle province siciliane, tutta l’informazione dell’isola

AstraZeneca, 80 siciliani su 100 non lo vogliono

AstraZeneca, 80 siciliani su 100 non lo vogliono

Notizie dalla Sicilia
"In Sicilia c'è l'80% di rinuncia del vaccino AstraZeneca. Su 100 persone, 80 dicono di no". Lo ha detto a Catania il presidente della Regione Nello Musumeci.    "E' naturale - ha aggiunto - che la condizione di allarme sia particolarmente elevata, ma abbiano il dovere di credere agli scienziati che dicono che è più pericoloso non vaccinarsi piuttosto che vaccinarsi".    "Per poter uscire da questo tunnel e smetterla di dichiarare zone rosse c'è una sola soluzione: immunizzare la comunità siciliana, sottoporla a vaccino ed è quello di cui ci stiamo occupando", ha concluso.  AstraZeneca, Sileri: "la media nazionale sarà del 20%" "Forse la media nazionale" delle persone che diranno no al vaccino AstraZeneca "sarà attorno al 15-20%". Lo dice il sottosegretario alla Salute, Pierpaolo...
Covid, Musumeci: “Una falsità dopo l’altra per speculare sulla tragedia dei siciliani “

Covid, Musumeci: “Una falsità dopo l’altra per speculare sulla tragedia dei siciliani “

Notizie dalla Sicilia
“Il mio governo non ha interesse a nascondere né i morti, né i guariti". Ed è la prima risposta di Nello Musumeci a quelli che giudica attacchi. Poi arriva la seconda: "E’ in atto una ignobile campagna di denigrazione messa in piedi dall'opposizione che è alla ricerca della credibilità perduta. Tanti sciacalli e iene ci accerchiano ma i siciliani sanno che sono oggi governati da persone perbene”. Così il presidente della Regione, Nello Musumeci durante la conferenza stampa nella quale, oggi pomeriggio, ha precisato i dati che riguardano la situazione epidemiologica e la campagna di vaccinazione in Sicilia.    Riferendosi alle polemiche e alle ricostruzioni di alcuni mass media sul dato riferito ai 258 morti e ai 6.000 guariti ricalcolati ieri, il presidente ha spi...
Vaccini, Musumeci: “A metà aprile in Sicilia dosi di Johnson&Johnson”

Vaccini, Musumeci: “A metà aprile in Sicilia dosi di Johnson&Johnson”

Notizie dalla Sicilia
"La campagna vaccinale torna in Sicilia a ritmi sostenuti e nella giornata di ieri sono state superate le ventimila dosi di vaccini inoculate. Nei prossimi giorni contiamo di assestare ulteriormente il dato e di completare il coinvolgimento dei medici di famiglia, cui possiamo destinare una ulteriore dotazione di vaccini Moderna. A metà aprile, inoltre, è previsto l'arrivo tanto atteso delle prime dosi del vaccino Janssen di Johnson&Johnson, ancora in numero ridotto, ma sarà il primo a dose singola a venire distribuito". Lo dice il presidente della Regione siciliana, Nello Musumeci.     "Con tutti i limiti e le comprensibili preoccupazioni, continuo a ripetere che il vaccino è l'unico antidoto per bloccare la pericolosa diffusione del virus - aggiunge - I nuov...
Covid, il Partito democratico siciliano lancia petizione per dimissioni Musumeci

Covid, il Partito democratico siciliano lancia petizione per dimissioni Musumeci

Notizie dalla Sicilia
Una petizione per chiedere le dimissioni del presidente della Regione siciliana Nello Musumeci. L’ha lanciata il Partito democratico siciliano che, si legge, “esprime sgomento e preoccupazione per la grave situazione sanitaria che la Sicilia sta vivendo in questi giorni, le cui responsabilità politiche sono da addebitare alla gestione dell’emergenza Covid da parte del governo regionale e, in particolare, del Presidente Musumeci, nella veste di commissario straordinario per l’emergenza”. Il testo del Pd è chiaro: “Preso atto della totale negazione di responsabilità politica, ma anzi di una rivendicazione della propria azione da parte del Presidente della Regione, il Partito Democratico chiede l'immediata rimozione del presidente Musumeci dall’incarico di responsabile per l’emergenza...
Covid, quei numeri che non tornano sui contagi a Palermo

Covid, quei numeri che non tornano sui contagi a Palermo

Notizie dalla Sicilia
A Palermo da ieri sera venerdì 9 aprile la vaccinazione anti- Covid nell'hub della Fiera del Mediterraneo va avanti fino a mezzanotte. Ieri sera studenti di medicina e anziani che si erano prenotati si sono messi in coda per sottoporsi al vaccino. Ma intanto va avanti la diatriba sui numeri del contagio e sul superamento della soglia dei 250 contagi ogni 100mnila abitanti. Covid: a Palermo vaccini anche di sera fino a mezzanotte Per quanto riguarda i vaccini in Fiera saranno accettati i prenotati fino alle 22:30, orario di ingresso dell'ultima autovettura all'interno della Fiera; il turno di somministrazione andrà avanti fino alle 24.    Le vaccinazioni sono aperte alle persone estremamente vulnerabili, agli over 80, alle Forze dell'ordine, al personale sanitario,...
Covid in Sicilia, ricalcolati 258 morti e il numero di guariti

Covid in Sicilia, ricalcolati 258 morti e il numero di guariti

Notizie dalla Sicilia
I falsi dati sull'emergenza Covid in Sicilia, che il 30 marzo scorso avevano portato alla decapitazione dei vertici della sanità regionale e alle dimissioni dell'assessore alla Salute Ruggero Razza, sono stati "ricalcolati" dieci giorni dopo. Così la Regione ha comunicato solo oggi alla cabina di regia del Ministero 258 "nuovi" morti, relativi in realtà agli ultimi mesi, che hanno fatto schizzare il dato nazionale giornaliero a 718 vittime. Tanto da rendere necessaria una precisazione da parte del direttore della Prevenzione del Ministero Gianni Rezza. Sarebbero dunque circa 250 i decessi che non erano stati caricati nei mesi scorsi sulla piattaforma regionale e che hanno innescato la bufera giudiziaria dei giorni scorsi. Una procedura analoga di riallineamento dei dati è stata app...
Covid, zona rossa in tutta la provincia di Palermo

Covid, zona rossa in tutta la provincia di Palermo

Notizie dalla Sicilia
Considerata la repentina evoluzione dei contagi e la diffusione delle varianti del Covid, in tutta la provincia, il presidente della Regione Siciliana Nello Musumeci ha appena firmato un'ordinanza che dispone la zona rossa in tutti i Comuni della Città metropolitana di Palermo. L'efficacia del provvedimento partirà da domenica 11 e cesserà giovedì 22 aprile. Stesse restrizioni, così come richiesto dalle amministrazioni comunali e a seguito delle relazioni delle Asp, a Marsala in provincia di Trapani e a San Cataldo nel Nisseno. Anche in questo caso la durata delle prescrizioni andrà dall'11 al 22 aprile.

Mafia, estorsioni e droga: 33 arresti a Messina

Notizie dalla Sicilia
Associazione di tipo mafioso, estorsioni, trasferimento fraudolento di valori, sequestro di persona, scambio elettorale politico-mafioso, lesioni aggravate, detenzione e porto illegale di armi, associazione finalizzata al traffico di sostanze stupefacenti, detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, con l’aggravante del metodo mafioso. Sono le accuse nei confronti dei clan che a Messina, nel corso della notte, sono stati sgominati da Carabinieri, Guardia di Finanza e Polizia di Stato. Eseguita un’operazione antimafia congiunta che ha portato all’arresto di 33 persone e al sequestro di beni, in esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare emessa dal G.I.P. presso il Tribunale di Messina, su richiesta della Procura Distrettuale Antimafia di Messina L’operazione, tu...
Recovery plan, Musumeci a Draghi: fino a ieri sbagliato metodo e merito

Recovery plan, Musumeci a Draghi: fino a ieri sbagliato metodo e merito

Notizie dalla Sicilia, Politica & retroscena
«Ho contestato il ritardo con il quale le Regioni sono state coinvolte nel confronto con il governo centrale per l'utilizzo dei fondi del Recovery plan, nel metodo e nel merito. Non ci si aspetti dai governatori del Sud una condotta approntata a sterile rivendicazionismo, un atteggiamento da piagnoni lamentosi e accattoni». Lo ha detto il presidente della Regione Siciliana Nello Musumeci, nel corso del suo intervento durante la Conferenza unificata Stato-Regioni sul Recovery plan con la presenza del premier Mario Draghi e la partecipazione di numerosi ministri e dei rappresentanti di Anci (Comuni) e Upi (Province). Musumeci ha sollecitato al presidente del Consiglio pari opportunità per ridurre il divario con le aree del Nord Italia e per fare del Sud un polo attrattivo e compet...

Covid: vaccini, in Sicilia al via prenotazioni per i cittadini dai 65 ai 69 anni

Notizie dalla Sicilia
Ha preso il via da qualche ora, in Sicilia, la campagna di vaccinazione anti- Covid riservata ai cittadini dai 65 ai 69 anni (non ricompresi nei target per i quali sono già in corso le operazioni di prenotazione e somministrazione del vaccino), che da subito potranno avere accesso ai sistemi telematici di prenotazione per richiedere il vaccino AstraZeneca.   Le procedure sono analoghe a quelle già in atto nel territorio della Regione Siciliana per gli altri target della campagna vaccinale: si può, infatti, adoperare la piattaforma della struttura commissariale nazionale, gestita da Poste Italiane, prenotazioni.vaccinicovid.gov.it o attraverso il portale regionale www.siciliacoronavirus.it.  Oltre alla modalità online, è possibile prenotare anche attraverso il call ce...

Covid: ospedali in Sicilia, occupato il 19% dei posti in rianimazione

Notizie dalla Sicilia
A livello regionale, in Sicilia, così come riportato nel monitoraggio dell'Agenas (aggiornato al 7 aprile), si registra una occupazione del 19 per cento delle terapie intensive, contro il 40 per cento del dato nazionale. Mentre, per quanto riguarda le degenze ordinarie, si rilevano ricoveri pari al 29 per cento, rispetto al 44 per cento della media italiana. La percentuale di pazienti Covid attualmente ricoverati in rianimazione, in rapporto a 100 mila abitanti, è del 3,1 per cento, rispetto al 6,1 del resto d'Italia.  In particolare, il livello di occupazione degli ospedali nel Palermitano è costantemente monitorato e, al momento, non raggiunge livelli di allerta. Risultano ancora disponibili, infatti, 46 posti in terapia intensiva e 113 di degenza ordinaria. Inoltre sono uti...

Il caso dei giornalisti intercettati dalla Procura di Trapani grave lesione della libertà di stampa

Notizie dalla Sicilia
La vicenda delle intercettazioni effettuate dalla Procura di Trapani nei confronti di molti giornalisti che si occupavano delle Ong e dei salvataggi dei migranti in mare sta facendo discutere, molto, non soltanto in Italia ma in tutto il mondo. Questo perché in ballo c’è il ruolo della libera stampa, che è il bene probabilmente più caratterizzante le democrazie liberali. Procediamo con ordine, però. Da quanto scrivono i giornali – e in particolare il “Domani”, il quotidiano che ha svelato la vicenda – pare che sia stata intercettata e – successivamente – anche trascritta una conversazione fra una giornalista ed il suo legale: se confermata, la circostanza sarebbe gravissima, perché violerebbe l’art 103 del codice di procedura penale che vieta, fra l’altro, l’intercettazio...