mercoledì, aprile 21

Politica & retroscena

Rifiuti, Musumeci nomina Daniela Baglieri nuovo assessore

Rifiuti, Musumeci nomina Daniela Baglieri nuovo assessore

Politica & retroscena
La professoressa Daniela Baglieri è il nuovo assessore del governo regionale. L'ha nominata nel pomeriggio di oggi il presidente Nello Musumeci, in rappresentanza dell'Udc. La Baglieri prende il posto del dottor Alberto Pierobon, che ha rassegnato le dimissioni nelle mani dello stesso governatore.«L'assessore Pierobon - evidenzia il presidente - ha completato il mandato che gli avevo affidato, in qualità di tecnico, quando l'ho chiamato in Giunta: predisporre il disegno di legge sulla riforma dei rifiuti ed il definitivo Piano regionale dei rifiuti. Lo ha fatto con competenza, tenacia e trasparenza, proprio secondo le linee che gli ho indicate al momento del suo insediamento. Lo ringrazio per l'importante apporto fornito e spero di poter contare, nel futuro, su consigli e suggerimenti...
Ars, Caputo (FI) resta deputato, respinto il ricorso di Antonio Rizzotto

Ars, Caputo (FI) resta deputato, respinto il ricorso di Antonio Rizzotto

Politica & retroscena
Dopo la sentenza della Corte di Appello di Palermo, anche la Corte di Cassazione rigetta il ricorso presentato da Antonio Rizzotto e conferma la regolarità dell'elezione di Mario Caputo a deputato regionale. La Corte di Cassazione ha anche condannato alle spese processuali Rizzotto, confermando la sua ineleggibilità alla carica di deputato regionale. "Ringrazio i miei legali, gli avvocati Massimiliano Mangano e Lucia Intarlandi, per il loro impegno processuale – dichiara Caputo. Ho sempre avuto fiducia nella giustizia e ho continuato ogni giorno, anche in attesa della sentenza in difesa del territorio, cercando di fare onore al mio ruolo di parlamentare siciliano, che oggi continuerò a svolgere con rinnovato entusiasmo ed impegno".
Sicindustria: “Governo Draghi cambi passo e metodo”

Sicindustria: “Governo Draghi cambi passo e metodo”

Politica & retroscena
Il Consiglio di presidenza di Sicindustria chiede al nuovo governo una inversione di rotta. “Non siamo più disponibili ad alcuna collaborazione con lo Stato se non si modifica radicalmente l’approccio nei confronti di imprese e lavoratori. Il governo Draghi cambi passo e metodo” si legge in un comunicato. Per il Consiglio di presidenza di Sicindustria, che spiega: “Oggi le nostre imprese dovranno versare i contributi previdenziali in misura piena per l’incapacità delle istituzioni di dare seguito a un provvedimento del dicembre 2020, che prevedeva la decontribuzione al 30%. E questo non è ammissibile. Così come non lo è il fatto che, a distanza di un anno dal primo lockdown, oggi alcuni componenti del Cts, che rivestono un ruolo consultivo, sostituiscano chi ha la responsabilità di g...
Governo Draghi, la rivolta Cinque Stelle: “Asfaltati dalla Lega”

Governo Draghi, la rivolta Cinque Stelle: “Asfaltati dalla Lega”

Politica & retroscena
Dopo il via libera al governo Draghi si fa sempre più concreta l'ipotesi che il Movimento Cinque Stelle possa perdere dei pezzi nei prossimi giorni. E lo strappo di Alessandro Di Battista è la spia di una frattura sempre più evidente in seno alla base grillina, forse non più sanabile. Malumori che con l'ufficializzazione della lista dei ministri si fanno sempre più forti. "Molti che non si riconoscono più in un M5S geneticamente modificato come una pannocchia della Monsanto, se ne andranno" (Elio Lannutti, senatore). "L'esodo è iniziato e purtroppo non si arresterà" (Bianca Laura Granato, senatrice). "Scissione? E' una dinamica da non escludere" (Pino Cabras, deputato).  "Ne valeva la pena?", si chiede su Facebook lo stesso Di Battista. "Il super ministero chiesto da Beppe...
Governo Draghi, i deputati regionali Cinque Stelle: “Sicilia dimenticata, noi non voteremmo la fiducia”

Governo Draghi, i deputati regionali Cinque Stelle: “Sicilia dimenticata, noi non voteremmo la fiducia”

Politica & retroscena
“Non era certo questo il governo che ci aspettavamo e che ci si aspettava soprattutto in Sicilia. Siamo delusi sia dal nome dei ministri, che dalla loro provenienza geografica. La Sicilia è stata totalmente dimenticata, e in questo momento storico, con la programmazione del recovery fund, questo può essere devastante, contribuendo ad allargare ancora di più il gap tra Nord e Sud. Se fossimo al posto dei parlamentari siciliani a Roma  non voteremmo la fiducia a questo governo Draghi”. Lo affermano i deputati del M5s all’Ars. “La Sicilia - afferma il capogruppo Giovanni Di Caro – è sempre stata una roccaforte per il Movimento 5 stelle, non essere rappresentata nell’esecutivo  è uno schiaffo per i nostri cittadini, che non meritavano. Inoltre abbiamo ceduto ministeri chiave e ...
Comuni fino a 5mila abitanti, approvato emendamento su terzo mandato sindaci

Comuni fino a 5mila abitanti, approvato emendamento su terzo mandato sindaci

Politica & retroscena
“Approvato a larghissima maggioranza l’emendamento del PD che prevede il terzo mandato per i sindaci dei comuni fino a 5000 abitanti. Una norma di buonsenso che riguarda 210 comuni siciliani in cui i cittadini possono rieleggere i sindaci che hanno ben operato”. Lo dichiara il deputato e segretario regionale del Partito Democratico, Anthony Barbagallo, dopo che oggi l’Ars ha approvato un emendamento del PD, primo firmatario Barbagallo, che prevede il terzo mandato per i sindaci dei comuni fino a 5000 abitanti. Sindaci e enti locali: due emendamenti di Attiva Sicilia approvati Sono i due emendamenti di Attiva Sicilia approvati oggi all'Ars nell'ambito della legge "Norme in materia di enti locali".  Angela Foti Il terzo mandato per i sindaci dei piccoli comuni recepisce la legg...
Consorzio autostrade siciliane: approvata la riforma

Consorzio autostrade siciliane: approvata la riforma

Politica & retroscena
«Era un impegno che il mio governo aveva preso con i lavoratori del Consorzio autostrade siciliane e che oggi è stato mantenuto. La trasformazione da ente pubblico non economico a ente pubblico economico è una realtà. Si tratta di un ulteriore tassello nel percorso di valorizzazione che abbiamo avviato fin dal nostro insediamento: a cominciare da una nuova governance, per proseguire con la ripresa delle manutenzioni su tutta le arterie autostradali di competenza, con i controlli straordinari per verificare la sicurezza di viadotti e ponti e per finire con la ripartenza dei cantieri della Siracusa-Gela». Lo dichiara il presidente della Regione Siciliana Nello Musumeci, commentando l’approvazione da parte dell’Ars della norma che cambia “l’abito giuridico” del Consorzio autostrade sicili...
Giustizia, gli avvocati a Draghi: “Ci convochi per parlare di riforme”

Giustizia, gli avvocati a Draghi: “Ci convochi per parlare di riforme”

Politica & retroscena
L'Organismo Congressuale Forense, organo che esercita la rappresentanza politica di tutti gli avvocati italiani, chiede al Presidente incaricato Draghi un incontro urgente per discutere di Giustizia e di riforme in vista della formazione del nuovo Governo. "La mole gigantesca dell'arretrato civile e penale, fenomeno aggravato dalla pandemia, sono il punto da cui partire, nel merito, per affrontare una riforma organica della Giustizia che finalmente metta seduti intorno a un tavolo tutti gli attori del processo, perché ciascuno, sia esso avvocato o magistrato, possa fornire il doveroso contributo alla soluzione dei problemi, affinché in Italia sia recuperata la civiltà della tutela dei diritti, soprattutto rispetto alle esigenze delle fasce più deboli della società,  in questo...
Regione siciliana, riunione fiume della Giunta a Pergusa su bilancio

Regione siciliana, riunione fiume della Giunta a Pergusa su bilancio

Politica & retroscena
La giunta regionale siciliana è riunita in un albergo di Pergusa per valutare la proposta di bilancio da proporre all’Assemblea Regionale Siciliana nei termini concordati con la conferenza dei capigruppo.  Alla riunione, convocata dal presidente Musumeci e che va avanti da questa mattina alle 10, partecipano tutti gli assessori, il Ragioniere generale e i dirigenti dell’Assessorato al Bilancio.  L’assessore regionale dell’Economia ha rappresentato i provvedimenti di recepimento dell’accordo con lo Stato e sono state esaminate tutte le poste di bilancio di ciascun dipartimento, in relazione ai fabbisogni ordinari di ciascun assessorato.  La riunione di Pergusa segue quella dello scorso venerdì, durante la quale sono stati presi in esame, con tutti i dirigenti autorità di...
Crisi, Fico convocato al Quirinale. “Possibile conferma maggioranza”

Crisi, Fico convocato al Quirinale. “Possibile conferma maggioranza”

Politica & retroscena
"Il presidente Sergio Mattarella ha convocato il presidente della Camera Roberto Fico alle 19.30 al Quirinale". Lo ha comunicato il portavoce del Quirinale Giovanni Grasso. Nel terzo giorno di consultazioni il presidente della Repubblica è intervenuto annunciando che a breve avrebbe preso una iniziativa. Le emergenze del Paese "possono essere fronteggiate soltanto attraverso l'utilizzo rapido ed efficace delle grandi risorse predisposte dall'Ue. Com'è evidente le tre emergenze sanitaria, sociale, economica, richiedono immediati provvedimenti di governo"."E' doveroso - ha detto il capo dello Stato - dar vita presto a un governo con un adeguato sostegno parlamentare" in un "momento così decisivo". "E' emersa la prospettiva di una maggioranza politica composta a partir...
Italia Viva, il “miracolo” di Matteo Renzi: provoca la crisi e perde voti

Italia Viva, il “miracolo” di Matteo Renzi: provoca la crisi e perde voti

Politica & retroscena
Nelle prime settimane di gennaio infatti Italia Viva raccoglieva attorno al 3% dei potenziali consensi. In calo di circa un punto e mezzo rispetto ad un anno faIn base alle rilevazioni svolte nei primi giorni di gennaio, il primo partito rimane la Lega con il 23,3% che perde lo 0,5% rispetto al mese scorso e il 7,9% rispetto a gennaio del 2020 Stando alle rilevazioni dei principali istituti demoscopici, il progetto di Matteo Renzi, che con Italia Viva ambiva ed emulare ciò che è avvenuto in Francia con il partito del presidente Macron La République En Marche, appare non riuscito. Nelle prime settimane di gennaio infatti Iv raccoglieva attorno al 3% dei potenziali consensi. In calo di circa un punto e mezzo rispetto ad un anno fa. ...
Enrico Letta: “Crisi politica italiana incomprensibile all’estero”

Enrico Letta: “Crisi politica italiana incomprensibile all’estero”

Politica & retroscena
Enrico Letta, già presidente del Consiglio dei ministri e attuale preside della Paris School of International Affairs, è intervenuto questo pomeriggio alla dibattito “Politica e politiche europee: Quanto è importante Bruxelles per la Sicilia”, organizzato dal PD Sicilia, che si è svolto sulla pagina Facebook del Partito Democratico Siciliano. Letta è stato chiaro: “E’ incredibile e irresponsabile quello che sta avvenendo nel nostro Paese, avvitato in una crisi di governo che gli italiani non capiscono figuriamoci quelli che vivono in altri paesi. Trovo grave che nella discussione di questi giorni non vi sia la capacità di legare il senso della crisi a strategie politiche e di prospettive. Vedo solo fazioni e rappresentazioni di interessi di parte, tutto il contrario di ciò che aveva detto...