Tag: anno giudiziario

Anno giudiziario Messina, rischio prescrizione per Covid
Notizie dalla Sicilia

Anno giudiziario Messina, rischio prescrizione per Covid

Anno giudiziario Messina: arriva l'allarme sulle prescrizioni a causa del Covid. "La situazione delle Sezioni penali dibattimentali continua a rimanere difficile, seppur con un decremento, dell'11%, delle pendenze, in numero di 253, al collegio e un incremento dell'8,9% per i procedimenti dinanzi al giudice monocratico (pendenti, al 30.6.2020, 3.360; erano 3.086 al 30.6.2019). L'elevato numero di procedimenti pendenti determina un concreto rischio di prescrizione dei reati, soprattutto di quelli con pena edittale non superiore a sei anni, con notevoli difficoltà di assicurare una risposta celere di giustizia". Lo afferma nella sua relazione il presidente della Corte di Appello di Messina Michele Galluccio per l'apertura dell'anno giudiziario a Messina. "La situazione - prosegue Galluc...
Tutti gli sprechi in Sicilia nell’analisi della Corte dei Conti
News Sicilia, Notizie

Tutti gli sprechi in Sicilia nell’analisi della Corte dei Conti

Sono sempre impietosi i numeri della Corte dei Conti sugli sprechi in Sicilia. Nel 2016 la magistratura contabile ha avviato 121 atti di citazione a giudizio nei confronti di 375 persone per un danno complessivo di 30 milioni. Gli inviti a dedurre, una sorta di avvio delle indagini, sono stati 129 per un danno di 25 milioni. Sono alcuni dei dati forniti in occasione dell'inaugurazione dell'anno giudiziario. A fare il punto dell'attività sono stati il procuratore regionale, Giuseppe Aloisio, e il presidente della sezione giurisdizionale Luciana Savagnone,. Corte dei conti: 20 citazioni a giudizio per corruzione Nel 2016 per “vicende corruttive” sono state emesse dalla Corte dei Conti 20 citazioni a giudizio, con una contestazione del danno pari a 3,3 milioni di euro. Tra q...
Cosa si è detto ieri a Palermo all’inaugurazione dell’anno giudiziario
News Sicilia, Notizie

Cosa si è detto ieri a Palermo all’inaugurazione dell’anno giudiziario

 Il procuratore di Palermo Francesco Lo Voi intervenendo alla cerimonia di inaugurazione dell'anno giudiziario: "Quello della corruzione è un fenomeno gravissimo anche in Sicilia, anzi qui è ancora più complicato perché si intreccia con la presenza della mafia: e quindi le già difficilissime indagini contro la corruzione diventano ancora più complesse. La mafia, oltre ad avvalersi per le sue attività della tipica forza intimidatrice si avvale anche della corruzione per raggiungere i suoi scopi". Lo ha detto ."Il coinvolgimento del soggetto esterno - aggiunge il procuratore nella sua relazione per l'anno giudiziario - riduce il rischio di essere denunciati e perseguiti, non è più necessario ricorrere ad atti violenti che attirano l'attenzione degli inquirenti, si finisce con l'associare al...
News Sicilia, Notizie

Aumentano le cause pendenti nella Commissione tributaria siciliana

Aumentano le cause pendenti nella Commissione tributaria siciliana che, in tribunale, sono passate dalle 104.457 di fine 2014 alle 129.893 di fine 2015. Un aumento si registra anche in appello, dove i processi pendenti sono passati da circa 23 mila del 2014 agli oltre 30 mila del 2015. I dati sono emersi dalla relazione presentata dal presidente della Ctr Sicilia, Giovanni Battista Macrì, in occasione dell'inaugurazione dell'anno giudiziario tributario che si è svolta oggi nella Scuola di scienze giuridiche ed economico sociali dell'ex facoltà di Giurisprudenza, a Palermo. In merito alle controversie, lieve flessione presso le Commissioni provinciali (i ricorsi sono passati da 29.228 a 27.463), aumento in quella regionale, dove si registra un numero di appelli pari a 9.154 rispetto agli ...
Idee & Opinioni, News Sicilia, Notizie

Anno giudiziario 2016, l'intervento a Palermo di Scarpinato

L'intervento integrale del Procuratore generale di Palermo, Roberto Scarpinato, all'apertura dell'Anno Giudiziario 2016. Tenuto conto che il Ministro della Giustizia ci ha accordato il privilegio di partecipare personalmente a questa cerimonia, vorrei prendere spunto, per il mio intervento, dall'incipit della relazione sull'amministrazione della giustizia che egli ha illustrato nella seduta della Camera dei Deputati del 20 gennaio di quest'anno e che mi ha particolarmente colpito. In quell' occasione il Ministro ha infatti esordito con queste parole: "Un paese, una città, un territorio, segnato dai conflitti, sfibrato dalle polemiche, non è nelle condizioni di darsi un orizzonte strategico. Non è in grado di usare al meglio le risorse e le energie disponibili, non è in grado di reperirne d...