Il deputato regionale del Movimento "Centopassi" auspica "che il riordino non sia un esercizio freddo e tecnico ma possa recepire le richieste, motivate, delle comunità locali"