Uccide il marito col cianuro e se ne va a lezione di canto

Condividi

Aveva deciso di uccidere il marito per rifarsi una vita con l’amante, dal quale voleva avere a tutti costi un figlio, e subito dopo avere messo in atto il suo progetto è uscita per una lezione di canto. Loredana Graziano, arrestata ieri per omicidio volontario, avrebbe cominciato a dare di nascosto a Sebastiano Rosella Musico, sciolto nell’acqua il Coumadin, medicinale anticoagulante abitualmente assunto dalla zia.

Ma se pure in dosi da cavallo il farmaco non era riuscito nello scopo e allora Loredana è passata al cianuro. Il 22 gennaio del 2019, giorno del decesso dell’uomo, la donna, con l’amante e un’amica, è andata a Palermo per una lezione di canto. Poco prima di uscire avrebbe somministrato al marito il veleno che il padre usava per uccidere le erbe infestanti. E’ stata la stessa donna che lo ha raccontato nel mese di marzo all’amante. Mentre scendeva le scale per uscire avrebbe sentito il tonfo del corpo che cadeva. Ma sarebbe salita in macchina e andata via. (ANSA)

Leggi anche:  Marsala, cinque in corsa per guidare la Procura