Manifesta 12, apre a Palermo la biennale d’arte contemporanea itinerante

15 giugno 2018

Parte Manifesta 12 Palermo. La Biennale d’arte contemporanea itinerante, che si svolgerà nel capoluogo siciliano dal 16 giugno al 4 novembre, è stata presentata ufficialmente nella chiesa di Santa Caterina. Presenti all’evento la fondatrice e presidente di Manifesta Foundation Hedwig Fijen, il sindaco di Palermo Leoluca Orlando, l’assessore alla Cultura Andrea Cusumano e il Creative mediator team della biennale composto da Ippolito Pestellini LaparelliAndrés JaqueMirjam Varadinis e Bregtje van der Haak.

Venti le sedi scelte in città, dallo Zen a Pizzo Sella, dal Teatro Garibaldi a Palazzo Butera dei Valsecchi, dalla Kalsa ai Quattro Canti fino all’Orto Botanico, passando per l’arena Sirenetta a Mondello, e la Costa Sud. Programma molto ricco a cui si aggiungono una settantina gli eventi eventi collaterali.

E’ la dodicesima edizione per Manifesta, nata nel 1996 che ad oggi ha già toccato Rotterdam, Lussemburgo, Lubiana, Francoforte, Nicosia, San Pietroburgo, Zurigo e la Spagna. Il budget è di oltre 6 milioni di euro, di cui 3,5 messi dal Comune, che spera negli introiti dei biglietti. Infatti non è previsto alcun ingresso gratuito ma si pagherà 10 euro per tutti e quattro i mesi, oppure 20 euro per due adulti e tre minori, mentre per gli altri il costo sarà di 25 euro per tre giorni consecutivi. Per non perdere nemmeno le più sfuggenti sfumature degli eventi e ottenere tutte le informazioni su orari, luoghi e costi, è possibile scaricare l’app ufficiale per iOS e Android, visitare il sito ufficiale o seguire Manifesta 12 Palermo su Facebook e sui principali social network.

Manifesta 12 non sarà un evento temporaneo per Palermo, la città che negli ultimi 40 anni è cambiata più di tutte nel panorama europeo – dichiara Leoluca Orlando – La presenza della Biennale in città vuole essere l’occasione per mettere in luce, risaltare e rinsaldare il patrimonio offerto dalla coesistenza di popoli ma anche di specie naturali che, in sintonia con l’ambiente, da secoli in Sicilia hanno trovato accoglimento”.

“Grazie a Manifesta, Palermo diventerà sede dell’arte contemporanea internazionale – commenta il capogruppo Pd Dario ChinniciUna manifestazione che darà lustro e visibilità mondiale alla nostra città. Sarà occasione di sviluppo economico, di promozione del territorio e di accrescimento culturale. Ringrazio l’amministrazione comunale che ha investito fortemente sulla cultura e quanti hanno collaborato e collaboreranno per la realizzazione di questo percorso”.



Leggi anche

Commenti