Sulle Madonie è andata in scena la ‘guerra’ dello sfoglio

Condividi

I Comuni di Polizzi Generosa e Petralia Soprana, paesi delle Madonie, sono stati in lotta per la paternità della ricetta della torta ripiena di formaggio tuma, cioccolata, cannella e zucchero, lo Sfoglio, un dolce tipico della tradizione culinaria siciliana, al centro di un aspro confronto fra due comunità, chiusosi con una pace grazie alla mediazione del commissario del Parco delle Madonie Salvatore Caltagirone

Polizzi Generosa ha rivendicato la ricetta dello sfoglio come una propria identità pasticcera, e Petralia Soprana, appena scelta come “borgo dei borghi”, a sua volta ne aveva promosso uno con denominazione identica. Il sindaco di Polizzi, Giuseppe Lo Verde, aveva minacciato di trascinare in tribunale il Comune di Petralia per concorrenza sleale e “furto ai danni della comunità polizzana”.

Il sindaco di Petralia Soprana, Pietro Macaluso, aveva scelto invece una via diplomatica per attenuare il conflitto: “Lo sfoglio di Polizzi è diverso. Nessuno vuole impossessarsi di un’identità che non ci appartiene”.

A fare da paciere Salvatore Caltagirone, commissario del Parco delle Madonie, che organizzato un incontro tra i primi cittadini delle Madonie per festeggiare il nuovo “borgo dei borghi” e nel corso della seduta ha tirato fuori spumante e sfoglio. Quello originale di Polizzi. Davanti al quale i due sindaci rivali hanno ritrovato il sorriso.

Leggi anche:  Parco delle Madonie, Alfredo Ambrosetti nuovo direttore reggente
https://www.ilmattinodisicilia.it/wp-content/uploads/2018/12/Sfoglio-Madonie.jpg

0 thoughts on “Sulle Madonie è andata in scena la ‘guerra’ dello sfoglio”

Write a Reply or Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *