Bcc Don Rizzo di Alcamo, soci al voto per il nuovo vertice

Bcc Don Rizzo di Alcamo, soci al voto per il nuovo vertice
6 novembre 2015

Bcc Don Rizzo di Alcamo, soci al voto per il nuovo vertice. Oggi prima convocazione, domenica la seconda. L’istituto è in una fase molto delicata, dopo la morte in un incidente stradale la scorsa estate del direttore generale Carmelo Guido. Ma la Bcc Don Rizzo è anche sotto la lente della Banca d’Italia che ha mandato gli ispettori  per alcune irregolarità nella gestione del credito. All’assemblea di oggi e domenica si arriva dopo un rinvio del 4 Ottobre. Sono 4000  i soci della Bcc Don Rizzo chiamati al voto. A concorrere a presidente del Cda è il commercialista palermitano Sergio Amenta.  La banca opera con 17 sportelli, otto in provincia di Trapani, otto in provincia di Palermo, uno ad Agrigento. I dipendenti della Bcc Don Rizzo sono 129.  Nel 2013 ha acquisito la BCC del Belice con altri tre sportelli: venne garantita la tutela del risparmio e la presenza territoriale del Credito cooperativo con la Bcc Don Rizzo che si accollò attività e passività dell’ azienda bancaria Banca di credito cooperativo del Belice e dei relativi tre sportelli siti a Partanna, Montevago, e Marinella di Selinunte

L’ultimo bilancio approvato, quello del 2014, segna una perdita di esercizio pari a 4,3 milioni di euro, , con una variazione di +618,7% rispetto all’anno precedente, cioè 3,7 milioni di euro in più.  La  Bcc Don Rizzo, è la seconda Banca di credito cooperativo della Sicilia, preceduta da quella con sede principale a San Cataldo.

Leggi anche:  Minacciato di morte il dirigente nazionale di Sinistra italiana Massimo Fundarò


Commenti

Ha compiuto 35 anni la legge n. 646, del 416 bis, più nota come legge “Rognoni-La Torre”, sul reato di […]


La colonna infame