Con Settesoli il Parco Archelogico di Selinunte si promuove in tv

Con Settesoli il Parco Archelogico di Selinunte si promuove in tv
21 novembre 2016

Non tutti sanno che in Italia esiste il più grande Parco Archeologico d’Europa. È il Parco di Selinunte, che si estende per 310 ettari a ridosso del mare. A tutt’oggi, purtroppo, è fruibile solo il 10% della sua area. Per aiutare Selinunte a tornare all’antico splendore ed attrarre turisti da tutto il mondo, è nato “Settesoli sostiene Selinunte” un articolato progetto di fund raising che vede scendere in campo Cantine Settesoli, che proprio in quell’area si estende con i suoi vigneti per oltre 6000 ettari, a fianco della Direzione del Parco e in collaborazione con l’Assessorato Regionale ai Beni Culturali e identità siciliana.

A tal proposito, l’Architetto Enrico Caruso, Direttore del Parco Archeologico di Selinunte dichiara: “La collaborazione tra pubblico e privato che si è stabilita con Cantine Settesoli che ha deciso di legare il suo nome e il suo intervento alla salvaguardia e promozione del Parco Archeologico di Selinunte, è di per sé un fatto unico e positivo. Contiamo molto sul buon esito dell’operazione di fundraising che ci consentirà di realizzare alcuni interventi importanti perpermettere una migliore fruizione di un posto unico e straordinario per storia, valore artistico e paesaggistico”. 

Dal 20 Novembre partirà’ una campagna TV, la prima a sostegno del patrimonio archeologico italiano: per 2 settimane su RAI, Mediaset e La7 andrà in onda il video “Settesoli sostiene Selinunte”, la cui realizzazione è stata affidata da Cantine Settesoli a TOKAI Studios di Palermo.

Leggi anche:  Riprende oggi l'esame della riforma elettorale all'Ars

Antonella Imborgia, marketing manager di Cantine  Settesoli, afferma:  Siamo sicuri che anche grazie alla campagna TV riusciremo a realizzare l’obiettivo che Settesoli e l’Assessorato Regionale Beni Culturali e la Direzione del Parco di Selinunte si sono prefissi: raccogliere fino a € 500.000 per sostenere in maniera efficace e duratura una delle meraviglie del nostro Paese.”

 



Commenti

Ha compiuto 35 anni la legge n. 646, del 416 bis, più nota come legge “Rognoni-La Torre”, sul reato di […]


La colonna infame