Covid, Musumeci: la Sicilia da lunedì in zona gialla

La Sicilia da lunedì passa in zona gialla. Lo comunica il presidente della Regione Nello Musumeci, dopo aver sentito il ministro della Salute Roberto Speranza, che sta per firmare il relativo decreto. «Dopo tante sofferenze si torna finalmente a respirare – commenta il governatore – e provo gioia soprattutto per gli operatori economici, coloro cioè che più hanno finora sofferto. Teniamoci caro questo risultato, con senso di responsabilità e con il rispetto verso le norme di prevenzione. La battaglia finale si vince solo quando tutti i siciliani si saranno accostati al vaccino».

Musumeci vaccino



«Due buone notizie, oggi, dal fronte della pandemia. Sui vaccini, al momento, si stanno superando i numeri di ieri e spero arriveremo a lambire le 50 mila somministrazioni – aggiunge il presidente della Regione Siciliana, Nello Musumeci-. Ma, notizia forse più attesa, ci avviamo alla riclassificazione in “zona gialla”. Appunto, due buone notizie. Ma con esse due grandi responsabilità: proseguire con lo stesso ritmo sui vaccini e non disperdere i sacrifici che ci hanno portato a vedere drasticamente ridotti i contagi. Il virus c’è ancora e non possiamo abbassare la guardia».

Regione avvia a Palermo indagine immunologica “Segui il vaccino”

Indagine immunologica gratuita per 60 mila persone under 65 che si sottoporranno al vaccino nell’Hub della Fiera del Mediterraneo e al Cto, a Palermo, per monitorare lo sviluppo di anticorpi nell’arco di un anno.

La campagna “Segui il vaccino” è l’iniziativa pilota avviata dal governo Musumeci con il Laboratorio tecnico di emergenza-Cto dell’unità operativa Controllo qualità e rischio chimico dell’Azienda ospedali riuniti Villa Sofia-Cervello di Palermo e presentata oggi. Presenti, tra gli altri, Mario La Rocca, dirigente generale del dipartimento per le Attività sanitarie e Osservatorio epidemiologico della Regione Siciliana; Walter Messina, direttore generale dell’Azienda Ospedali riuniti Villa Sofia-Cervello; il generale di divisione Maurizio Angelo Scardino, delegato per la vaccinazione in Sicilia dal commissario nazionale Figliuolo; il presidente dell’Ars, Gianfranco Miccichè; il capogruppo di Diventerà Bellissima all’Ars, Alessandro Aricò; Renato Costa, commissario straordinario per l’emergenza Covid a Palermo; il sindaco di Palermo, Leoluca Orlando; Francesca Di Gaudio, direttore dell’unità operativa Controllo qualità e rischio chimico dell’azienda Villa Sofia-Cervello.

«Avviare una campagna di monitoraggio sierologico degli anticorpi di chi riceve il vaccino anti-Covid – afferma il dirigente generale del dipartimento, Mario La Rocca – è importante per stabilire le linee guida da applicare nel prossimo futuro. Scoprire per quanto tempo rimangono gli anticorpi nell’organismo è fondamentale per programmare le eventuali altre dosi di richiamo. Non escludiamo che un’iniziativa come questa possa essere replicata anche in altre zone del territorio siciliana».

La campagna “Segui il vaccino” prevede di offrire gratuitamente agli utenti di età inferiore ai 65 anni, che vorranno prenotarsi, la valutazione degli eventuali anticorpi naturali sviluppati a causa dell’esposizione al Covid e la risposta immunitaria durante l’iter di vaccinazione. Chi inizia il percorso vaccinale potrà effettuare questo test sierologico innovativo almeno tre giorni antecedenti alla prima somministrazione, poi a 1, 6 e 12 mesi di distanza dalla fine del ciclo vaccinale.

«Utilizzeremo un test sierologico innovativo, che ci permette di distinguere gli anticorpi naturali da quelli sviluppati dopo la vaccinazione – sottolinea Francesca Di Gaudio, direttore dell’unità operativa Controllo qualità e rischio chimico del Cto – È fondamentale associare la campagna vaccinale a quella di indagine sierologica, anche per procedere al rilascio del famoso green pass». Coloro che vorranno partecipare all’indagine immunologica potranno prenotarsi sul sito internet www.seguiilvaccino.oldmcl.com (che sarà attivato da lunedì prossimo).

%d bloggers like this: