Oggi il ricordo di Salvatore Carnevale, ucciso dalla mafia nel 1955

Condividi

C’è anche il leader nazionale della Cgil, Susanna Camusso, oggi a Palermo per commemorare il sindacalista Salvatore Carnevale, ucciso dalla mafia l”11 maggio del 1955.

La Camusso è arrivata alle 9 per assistere alla cerimonia di piantumazione di un albero in ricordo di Carnevale nel Giardino della Memoria di Ciaculli su iniziativa di Unci e Anm, rispoettivamente associazione dei cronisti e dei magistrati, con la partecipazione dei familiari, dei segretari provinciali e regionali di Cgil Cisl e Uil, dei segretari delle categorie della Cgil.

La giornata commemorativa prosegue a Sciara dove nella chiesa madre di S.Anna, in piazza Castelreale, i ragazzi delle scuole si esibisconoleggendo poesie e testi sulla vita del sindacalista per poi confrontarsi con il segretario generale Cgil Palermo Enzo Campo e con il segretario Cgil Susanna Camusso.

Per il sindacato di sinistra è un momento per riprendere i rapporti con il territorio e con la base in un’epoca in cui l’azione sindacale non è più vista di buon occhio da gran parte dei lavoratori e della società civile.

Le manifestazioni di oggi si concludono sul luogo del delitto Carnevale, al cippo in contrada Cozzi Secchi, per la deposizione di una corona.