mercoledì, aprile 21

Storie & reportage

Emergenza Covid, dal commissario straordinario Arcuri sottoscritti contratti per 2,8 miliardi

Emergenza Covid, dal commissario straordinario Arcuri sottoscritti contratti per 2,8 miliardi

Storie & reportage
Fin dall’inizio della crisi Open Polis ha chiesto che i dati sui contratti stipulati nell’emergenza venissero resi pubblici. Per questo ha anche inviato una serie di richieste di accesso agli atti, l’ultima il 10 novembre scorso. E, di fronte all’inerzia delle istituzioni, è stato lanciato un progetto civico (bandicovid.openpolis.it) per consentire a tutti di monitorare gli appalti per la gestione dell’emergenza, con le informazioni finora disponibili.  256 contratti firmati pubblicati sul nuovo sito del commissario straordinario. Dopo mesi in cui stiamo portando avanti queste richieste di accesso agli atti, il commissario all'emergenza ha pubblicato un sito dove sono presenti le informazioni su 256 contratti firmati finora dalla sua struttura, ma restano diversi limiti. Il princip...
A Riesi il Covid non ferma la rigenerazione territoriale

A Riesi il Covid non ferma la rigenerazione territoriale

Notizie dalla Sicilia, Storie & reportage
Storie parallele di due sognatori che si incrociano nel cuore della Sicilia, tra le strade di Riesi, in provincia di Caltanissetta. Nemmeno il lockdown ha fermato i loro progetti di rivalutazione del territorio nisseno, che si chiamano “Laboratorio Umano di Rigenerazione Territoriale” e “TEDxRiesi”. La storia del Laboratorio inizia nel 1963, quando Tullio Vinay, teologo e pastore valdese, fondò il Servizio Cristiano Valdese a Riesi. In quella che al tempo era aperta campagna, periferia di un piccolo borgo, lui vide “ciò che non c’era”, e lo volle costruire. Così chiamò l’architetto Leonardo Ricci, suo amico, che disegnò e progettò per lui un villaggio. Il suo obiettivo era quello di creare nuove opportunità in un luogo da anni dilaniato dalla povertà e in cui il lavoro era dato ...
Liliana Di Napoli, influencer atipica che insegna il greco su Instagram

Liliana Di Napoli, influencer atipica che insegna il greco su Instagram

Storie & reportage
Si chiama Mellichomeidos e in 24 ore ha raggiunto i 600 followers, con la prima “videolezione” di greco ha superato le 5.000 visualizzazioni. E’ la pagina su Instagram di Liliana Di Napoli, 28 anni, dottoranda in filologia classica e cultrice di letteratura greca all'università di Messina. Una storia raccontata dal quotidiano La Repubblica: “Ho deciso di girare questi video perché ritengo che i social network siano il principale veicolo di diffusione al mondo, anche se spesso non vengono utilizzati nel modo corretto, con contenuti poco edificanti. E così ho pensato di far conoscere alla gente la mia più grande passione: il greco” racconta Liliana. “Non l'ho fatto perché in cerca di fama o popolarità, ma semplicemente perché ritengo che per far innamorare bisogna essere innamorati, e io s...
Elezioni Usa: da Gesso (Messina) alla Casa Bianca ecco chi è la nuova first lady

Elezioni Usa: da Gesso (Messina) alla Casa Bianca ecco chi è la nuova first lady

Storie & reportage, Notizie dalla Sicilia
Il suo nome era Domenico Giacoppo, trasformato in Dominic Jacobs per evitare storpiature, dopo il suo arrivo negli Usa: è il nonno della nuova first lady Jill Biden. A Gesso, paese di 500 abitanti di Messina a trecento metri di altitudine da cui si vedono le Eolie, hanno fatto il tifo per il candidato democratico Joe Biden, e il motivo è chiaro: il nonno paterno della first lady, Jill Jacobs, è nato proprio qui nel 1898, nella località Locanda. Jill Jacobs è la seconda moglie di Biden che a soli 29 anni e dopo aver fatto l'avvocato, si candidò al Senato: solo lui e la famiglia pensavano che ce la potesse fare, ma venne eletto. Breve però la gioia del trionfo: poco prima di Natale la prima moglie Neilia e la figlia di 13 mesi Naomi rimasero uccise in un incidente stradale. ...
Covid: le scuole elementari? Nella Casa del gufo

Covid: le scuole elementari? Nella Casa del gufo

Storie & reportage
A lezione nella Casa del Gufo. Non è una favola, ma la realtà vissuta ogni giorno dai 22 bambini della terza elementare di Ghiarda ospiti dell’agriturismo reggiano Cia dove, oltre alla classica didattica, imparano ‘sul campo’ l’amore per gli animali e la natura. Il tutto, lontano dai rischi Covid causati in primis dai temuti assembramenti dentro e fuori le scuole. “È un'esperienza molto positiva che rappresenta un esempio per tutto il territorio - annuncia Antenore Cervi, presidente Cia Reggio -. Siamo a disposizione per mettere in contatto istituti scolastici che necessitano di spazi e agriturismi dove svolgere le lezioni. I nostri uffici sono pronti per sbrigare tutte le pratiche burocratiche”. “La lungimirante richiesta del Comune è arrivata in piena estate e ho subito risposto positi...
Cannoni italiani per le nuove corvette d’Israele

Cannoni italiani per le nuove corvette d’Israele

News Sicilia, Storie & reportage
Saranno armate con cannoni made in Italy le nuove unità da guerra destinate alla Marina militare israeliana. A dicembre i cantieri navali della società tedesca ThyssenKrupp Marine Systems consegneranno la prima delle quattro corvette lanciamissili della classe Sa’ar-6 “Magen” ordinate dalle autorità di Tel Aviv nel maggio 2015. Le altre tre unità dovrebbero giungere in Israele nei prossimi due anni. Dotate di sofisticate tecnologie stealth per non essere individuate dai sistemi radar, le imbarcazioni avranno una lunghezza di 90 metri e un dislocamento di 2.000 tonnellate. Le corvette Sa’ar-6 “Magen” potranno estendere il loro raggio operativo fino a 4.000 km. di distanza e disporranno di un potentissimo sistema d’armamento: un cannone Oto Melara da 76mm prodotto dall’omonima azienda co...
Mafia, imprenditore coraggio racconta: “Il mio no al pizzo”

Mafia, imprenditore coraggio racconta: “Il mio no al pizzo”

Storie & reportage
"Quando si presentano nei miei cantieri e chiedono ai miei operai di parlare con il titolare io vado all'appuntamento pronto per filmare l'incontro. Mi porto dietro la lista dei tanti uomini per bene uccisi dalla mafia e l'immagine di Giovanni Falcone e Paolo Borsellino". Giuseppe Piraino, 45 anni, scuole al Gonzaga (l'istituto privato gestito dai gesuiti), sposato, tre figli, è uno dei 13 imprenditori palermitani che si sono ribellati al racket denunciando ai carabinieri le richieste di pizzo. Una vera rivoluzione per Palermo, dove ancora in tanti continuano a pagare in silenzio. "Prima si sono presentati in due - racconta Piraino - che mettevano paura solo a guardarli. Hanno chiesto chiaramente la 'messa a posto' e hanno invitato a preparare i soldi. Poi per riscuotere si è presentato u...
#restoinsicilia… video-clip dei Giovani imprenditori di Confindustria

#restoinsicilia… video-clip dei Giovani imprenditori di Confindustria

Storie & reportage
Volti, voci, sorrisi di giovani studenti e aspiranti imprenditori che amano la terra in cui sono cresciuti, la Sicilia. Questo è il filo conduttore del videoclip social “#restoinsicilia”, un lavoro ideato dai Giovani siciliani di Confindustria e realizzato in collaborazione con gli studenti di “Vivere Scienze Politiche”, Università degli Studi di Palermo. Un video che ha avuto in poche ore oltre 3000 visualizzazioni sui social e un centinaio di condivisioni. “Nella clip che lanciamo ci sono tanti spunti e suggestioni – dice il presidente del Giovani imprenditori siciliani, Gero La Rocca -: ambizioni, sogni, promesse, entusiasmo, fiducia, volontà. Da questo dobbiamo partire, da questi volti di una Sicilia giovane, capace e sana, la rappresentazione immediata del potenziale umano della ...
Unicef e JA Italia: 15 nuove start-up a impatto sociale

Unicef e JA Italia: 15 nuove start-up a impatto sociale

Storie & reportage
Decretati a Palermo i vincitori di “Idee in Azione per UPSHIFT”, il progetto-pilota di educazione all’imprenditorialità, realizzato da UNICEF e JA Italia, rivolto a giovani stranieri e italiani. Da ottobre a dicembre sono stati in tutto 150 i partecipanti provenienti dalle tre province siciliane di Palermo, Agrigento e Catania. La prima fase del programma mirava all’acquisizione di competenze legate al mondo dell’imprenditoria e di competenze di vita necessarie per orientarsi nel percorso futuro. I minorenni stranieri e italiani hanno analizzato insieme i problemi della realtà in cui vivono e le soluzioni possibili, diventate poi vere e proprie idee progettuali. Antonio Perdichizzi, presidente di JA Italia Una giuria tecnica, composta da esperti del mondo dell’impresa, ha selezi...
Salame Sant’Angelo non è in crisi, “è l’orgoglio dei Nebrodi”

Salame Sant’Angelo non è in crisi, “è l’orgoglio dei Nebrodi”

Storie & reportage
Il Salame Sant’Angelo di Brolo è in crisi? Nei giorni scorsi si è diffusa la notizia che il prodotto locale dei Nebrodi, diventato celebre rappresentante della produzione salumaia siciliana, rischiasse di sparire. Nulla di più falso. Si è trattato soltanto di un grande equivoco. Abbiamo ricostruito la vicenda nata dopo l'incontro al Comune di Sant’Angelo di Brolo sulla vicenda dell'azienda Industria Salumi Sant’Angelo srl, con Tindaro Germanelli, segretario Regionale CNA Alimentare, che ci ha racconto come non esista alcuna crisi della produzione del salame. "E' stato un grande equivoco - commenta al nostro giornale -. Il 99% delle aziende vanno benissimo e la domanda è grande crescita. L'equivoco è nato dal fatto che solo una delle aziende, a l...
Palermo, così i privati hanno rilanciato i Cantieri culturali alla Zisa

Palermo, così i privati hanno rilanciato i Cantieri culturali alla Zisa

Storie & reportage
Sembra l’ingresso di un condominio. Anzi meglio di una fabbrica. E in effetti i Cantieri culturali alla Zisa  di Palermo non hanno mai tradito la vocazione alla fabbrica: costruiti dai Ducrot, luogo di sperimentazione e creatività dell’architetto Basile, abbandonati per anni dall’incuria di amministrazioni miopi, oggi i Cantieri sono una fabbrica culturale e di creatività, un esperimento riuscito di rilancio di una struttura di archeologia industriale tornata a vivere grazie all’impegno del terzo settore, del volontariato, delle istituzioni culturali cittadine. E basta fare un giro, in un’ora qualsiasi del giorno, al centro creato da Cre.Zi.Plus: un po’ coworking un po’caffetteria-ristorante, un po’ teatro o luogo per manifestazioni di vario tipo (dalla presentazione di libri...
I narcos scelgono il Canale di Sicilia come nuova rotta del traffico mondiale di droga

I narcos scelgono il Canale di Sicilia come nuova rotta del traffico mondiale di droga

Cronaca, Notizie, Storie & reportage
Il Canale di Sicilia è la nuova rotta preferita dai trafficanti di droga. Lo scrive la giornalista Romina Marceca, in un articolo del 30 novembre pubblicato sul quotidiano La Repubblica.  La rotta che attraversa il Canale di Sicilia negli ultimi anni è stata la più utilizzata. Lo prova il fatto che gli inquirenti hanno sequestrato in questo tratto di mare in cinque anni oltre 180 tonnellate di hashish, per un valore di quasi 2 miliardi di euro, dodici imbarcazioni tra velieri, navi mercantili, pescherecci e yacht, e arrestato 105 persone.  Intanto Francia, Grecia, Italia e Spagna hanno istituito, nel 2016, un tavolo permanente, sotto la guida dell’Europol, per monitorare viaggi diventati sempre più frequenti. La cooperazione fra i quattro paesi ha portato al...