sabato, aprile 17

Tag: Claudia Mannino

Scandalo firme false M5S a Palermo: in 14 rinviati a giudizio

Scandalo firme false M5S a Palermo: in 14 rinviati a giudizio

Politica & retroscena
Il gup di Palermo Nicola Aiello ha rinviato a giudizio 14 persone, tra cui i deputati Riccardo Nuti, Giulia Di Vita e Claudia Mannino, nell'ambito della vicenda sulle firme false raccolte dal Movimento 5 Stelle in vista delle elezioni comunali di Palermo del 2012. Alla sbarra, il prossimo 3 ottobre, compariranno oltre ai tre esponenti attualmente sospesi dal movimento di Beppe Grillo, anche l'ex assistente parlamentare regionale pentastellata Samantha Busalacchi, Pietro Salvino, marito di Claudia Mannino, e Riccardo Ricciardi, marito della deputata Loredana Lupo, non coinvolta nell'inchiesta. Tutti nei mesi scorsi si sono avvalsi della facoltà di non rispondere. Rinviati a giudizio, poi, i deputati regionali siciliani Claudia La Rocca e Giorgio Ciaccio, che hanno fin da subito collabora...
Movimento 5 Stelle, Grillo caccia Nuti, Mannino e Di Vita: guerra aperta a Palermo

Movimento 5 Stelle, Grillo caccia Nuti, Mannino e Di Vita: guerra aperta a Palermo

Politica & retroscena
È caos nel Movimento 5 Stelle palermitano. Da una parte gli "ortodossi" e grillini della prima ora capitanati da Nuti, dall'altra parte il nuovo gruppo che sostiene il candidato sindaco Ugo Forello. E a gettare acqua sul fuoco (o benzina dipende dai punti di vista) ci pensa Beppe Grillo. Tutto comincia questa mattina con l'intervista rilasciata da Riccardo Nuti al Corriere della Sera. Il deputato pentastellato, indagato insieme ad altri 14 per il caso firme false a Palermo, parla prima di complotto ai suoi danni organizzato "da chi ha lavorato alla designazione dell'attuale candidato a sindaco di Palermo Ugo Forello" e poi attacca direttamente il fondatore e leader del Movimento. "Non abbiamo nulla da dire a Beppe Grillo, se non quello che gli abbiamo sempre detto e che lui non se...
Palermo, firme false 5 Stelle: chiesti 14 rinvii a giudizio

Palermo, firme false 5 Stelle: chiesti 14 rinvii a giudizio

Province siciliane
Quattordici indagati, compresi tre deputati nazionali, due regionali e un cancelliere del tribunale: la procura di Palermo ha chiesto il rinvio a giudizio per le persone coinvolte nell'indagine sulle firme false depositate dal Movimento Cinque Stelle a sostegno delle liste per le amministrative del 2012 nel capoluogo siciliano. I reati contestati, a vario titolo, dal procuratore aggiunto Dino Petralia e dal sostituto Claudia Ferrari sono il falso e la violazione di una legge regionale del 1960 che recepisce il Testo unico nazionale in materia elettorale. Tra gli indagati il deputato nazionale Riccardo Nuti, che nel 2012 era candidato sindaco, e le parlamentari Giulia Di Vita e Claudia Mannino. Secondo la procura, Nuti e un gruppo ristretto di attivisti come Di Vita, Ma...