Tag: acqua pubblica

Forum Acqua ai sindaci dell’Agrigentino: “Non fermate percorso verso acqua pubblica”
Politica & retroscena, Province siciliane

Forum Acqua ai sindaci dell’Agrigentino: “Non fermate percorso verso acqua pubblica”

Una lettera aperta è stata inviata dal Forum siciliano dei movimenti per l'Acqua ed i Beni  Comuni ai sindaci della provincia di Agrigento dove si chiede di non fermare il percorso virtuoso verso l'acqua pubblica. “Sono trascorsi ben sette anni – scrive il Forum – dalla straordinaria vittoria dei referendum sull’acqua bene comune del 2011 ed ancora, sia a livello nazionale che regionale, siamo ben lontani dall’aver allontanato i privati dalle gestioni del servizio idrico ed i profitti dall’acqua. Le indagini della magistratura sulle malversazioni dei gestori privati delle province di Agrigento e di Caltanissetta sono abnormi e sotto gli occhi di tutti, ma a continuare a pagare per un servizio spesso non reso, per il disastro ambientale procurato e per le multe milionarie comminate dell’Eu...
Bocciata legge sull’acqua dell’Ars, Consulta: “E’ incostituzionale”
Notizie dalla Sicilia, Politica & retroscena

Bocciata legge sull’acqua dell’Ars, Consulta: “E’ incostituzionale”

Bocciata legge sull'acqua dell'Assemblea Regionale Siciliana. La Corte Costituzionale dà ragione a Palazzo Chigi che aveva impugnato la norma. La legge era stata approvata due anni fa e doveva portare alla il settore nella mani del pubblico dopo l'affidamento in alcune province siciliane ai privati. Il taglio delle tariffe e la parte che riduceva gli anni dei contratti affidati ai privati e ridisegnava il sistema è stata dichiarata dai giudici incostituzionale. "Altra figuraccia dell'Ars - attacca l'ex assessore Gaetano Armao - la Corte costituzionale ha dichiarato l'incostituzionalità della legge regionale 19 del 2015, di cui avevamo denunciato per tempo l'irragionevolezza - dice Armao - dopo la vicenda dei sindaci defenestrati per mancata approvazione del bilancio, i manager ASP è un ...
News Sicilia

Acqua pubblica, un incontro a Palermo per migliorare il servizio

In Sicilia il servizio idrico integrato (SII) ha costi nettamente superiori alla media nazionale, la qualità del servizio è spesso ben al di sotto dei limiti minimi e, come se non bastasse, molte recenti delibere dell'Autorità per l'Energia Elettrica, il Gas e il Servizio Idrico (AEEGSI) nell'isola restano del tutto ignorate. Di queste scomode verità si parlerà venerdì 8 luglio nel corso del convegno - dibattito “Tariffe e Qualità del Servizio Idrico Integrato: le proposte di Federconsumatori Sicilia”, organizzato dall'associazione di tutela dei diritti dei consumatori. Al convegno, che si terrà presso la Presidenza della Regione Siciliana partire dalle ore 9:30, sono invitati gli esponenti delle istituzioni e delle aziende interessate alla gestione del Servizio Idrico Integrato, il Forum ...
Acqua pubblica in Sicilia, che presa in giro….
News Sicilia, Notizie

Acqua pubblica in Sicilia, che presa in giro….

La riforma dell'acqua pubblica in Sicilia, alla fine, è stata una presa in giro. L'Ars aveva varato la legge, il governo l'ha impugnata e la Regione Siciliana non si è opposta. Dopo l’impugnativa da parte del governo nazionale, il termine per costituirsi davanti alla Corte Costituzionale e quindi attivare il «processo» per resistere allo stop romano è scaduto ieri. E l’assessore alle Acque e Rifiuti, Vania Contrafatto, ha confermato in commissione all’Ars che questa è la linea del governo. A questo punto cade definitivamente un pezzo sostanziale della riforma varata ad agosto. Non ci sono più gli articoli che avrebbero abbassato il costo dell’acqua attribuendo al governo la possibilità di fissare nuove tariffe: una norma che avrebbe creato problemi anche con l’Ue perchè la nuova tariffa no...
News Sicilia, Notizie, Province siciliane

Acqua pubblica in Sicilia. La legge è a rischio , il governo vuole impugnarla

Acqua pubblica in Sicilia. La legge è a rischio, il governo vuole impugnarla.  Il governo nazionale è pronto a impugnare la riforma approvata dall’Ars prima della pausa estiva. Un’impugnativa quasi decisa, di cui ancora a Palermo non si ha notizia formale, e che è anticipata dal Giornale di Sicilia oggi in edicola: Dovrebbe essere ufficializzata dal Consiglio dei ministri dopo l’11 ottobre: data in cui scadono i termini. Per evitare tutto cio, è in corso una mediazione tra Roma e l’assessore all’Energia, Vania Contrafatto (ala renziana del Pd)che apertamente, fin dal primo momento, aveva contestato la legge. Un testo scritto da un asse che andava dai grillini all’ala del Partito democratico guidata da Giovanni Panepinto, passando per pezzi di Ncd. Nel mirino c’è il nodo fondamentale della ...
Legge sull'acqua pubblica in Sicilia, populismo a buon mercato?
Idee & Opinioni, News Sicilia, Notizie

Legge sull'acqua pubblica in Sicilia, populismo a buon mercato?

L’undici agosto scorso l’Assemblea regionale siciliana ha approvato la nuova legge in materia di risorse idriche con il chiaro intento di farne un manifesto della rinverdita filosofia benecomunista avversa al mercato e all’iniziativa privata, senza preoccuparsi neanche un po' tuttavia di predisporre una disciplina giuridica adeguata alle gravi ed impellenti necessità dell’Isola. Tra i principi e le finalità della nuova legge l’articolo 1 non manca di annoverare affermazioni solenni che tradiscono un’impostazione ideologica radicale quali quelle che l’acqua è un bene pubblico estraneo a finalità lucrative, un patrimonio da tutelare per l’alto valore ambientale, culturale e sociale il cui utilizzo “ è un diritto umano individuale e collettivo, non assoggettabile a ragioni di mercato…”.  Come...
News Sicilia, Notizie, Province siciliane

Acqua pubblica in Sicilia, la legge approda all’Ars. Timori di imboscate

Acqua pubblica in Sicilia, la legge approda all'Ars. Ma i comitati civici hanno timori di imboscate e non si fidano del parlamento regionale e denunciano "grandi manovre per difendere la gestione privatizzata dell'acqua in Sicilia". Mentre  il presidente della Regione Sicilia Rosario Crocetta si dichiara a favore dell’acqua pubblica e assicura la sua presenza in aula martedì prossimo, l’assessore all’Energia del suo governo, Vania Contrafatto, unitamente al dirigente Armenio hanno espresso parere negativo al ddl 455, insistendo col commissariamento del Consorzio Tre Sorgenti e della Voltano, con l’intento di far cedere le reti al gestore privato Girgenti Acque Spa. “Stupiscono i tempi, – afferma il deputato M5S Matteo Mangiacavallo – un’accelerazione alquanto sospetta sulla qua...
News Sicilia, Notizie

Acqua pubblica in Sicilia, ok della commissione bilancio dell'Ars al disegno di legge

Acqua pubblica in Sicilia, passi avanti della legge: è stata approvata dalla commissione bilancio dell'Ars.   Vincenzo Vinciullo, presidente facente funzioni della stessa Commissione commenta: "Si conclude così un percorso  iniziato tanti anni fa, che mi ha visto fra i pochi a raccogliere le firme per il referendum, così come successivamente mi ha visto impegnato a sostenere il ritorno all’acqua pubblica. Sono soddisfatto perché ho dato oggi un ulteriore contributo al raggiungimento di un obiettivo che per me è stato sempre fondamentale cioè, - ha concluso Vinciullo - quello di far sì che l’acqua venga sottratta ai privati e venga restituita al pubblico". “La nostra battaglia per l'approvazione di una legge per l'acqua pubblica in Sicilia ha incassato anche il parere favorevole della comm...
News Sicilia, Notizie, Province siciliane

Legge sull’acqua pubblica, primi passi all’Ars tra le polemiche. Ecco cosa prevede

Fa piccoli passi avanti la legge sull'acqua pubblica in Sicilia, ma c'è uno scontro duro  tra la maggioranza all'Ars che ha approvato in Commissione Ambiente una norma che vieta l'affidamento ai privati,  andando contro la norma Renzi prevista nello Sblocca Italia, e  l'assessore renziana Vania Contrafatto che avverte: "Rischiamo il commissariamento di Roma e multe salate, oltre alla perdita dei finanziamenti". "La legge è improntata alla soddisfazione dei principi referendari che nel 2011 avevano sancito la vittoria di coloro che si battevano per l'acqua pubblica, tre soprattutto - dice il presidente dalla commissione, il Cinquestelle Giampiero Trizzino - sono i capisaldi della normativa: la gestione affidata ad enti di diritto pubblico, l'attenzione alla categorie meno abbienti, con la c...
News Sicilia, Notizie, Province siciliane

Agrigento in piazza per chiedere il ritorno alla gestione pubblica dell'acqua

Sabato 7 Marzo i cittadini della provincia di Agrigento sono scesi in piazza per il “ritorno ad una gestione pubblica dell’acqua”. La manifestazione è stata organizzata dall’Inter.Co.Pa (Comitato Intercomunale per la gestione pubblica dell’acqua), non condividendo la strada intrapresa da alcuni sindaci, ma soprattutto per protestare contro un governo regionale completamente indifferente verso una problematica divenuta di natura sociale. Nella provincia agrigentina infatti i cittadini sono costretti a pagare l’acqua più cara d’Italia per ricevere in cambio un servizio pessimo e inadempiente. Sono molte le inadempienze riscontrate dal Comitato, come la mancata depurazione delle acque, la mancanza di regolarità nella distribuzione, gli interventi inesistenti per ridurre le perdite della rete ...
News Sicilia, Notizie, Province siciliane

Ad Agrigento cittadini e amministrazioni in piazza per l’acqua pubblica, contro Girgenti Acque

Il servizio idrico in provincia di Agrigento (così come in tutta la Sicilia), è affidato a gestori privati nonostante l’esito del Referendum del 2011. La gestione fu assegnata nel 2007 alla società privata “Girgenti Acque S.p.A” in circostanze piuttosto anomale, tant’è che la suddetta società fu l’unica a presentarsi alla gara d’appalto. Il bando di aggiudicazione iniziale era di 30 milioni di euro e dopo due aste andate deserte è stato aggiudicato con soli 5 milioni di euro. L’anomalia continua già nel 2007, quando 17 dei 43 comuni agrigentini decisero di non consegnare le reti idriche riducendo il numero di Comuni che presero parte, di fatto, all’A.T.O. idrico di Agrigento. Questi comuni, definiti all’epoca “ribelli”, nonostante la Regione avesse sanato la loro situazione attraverso un...