Blue Tongue, per la Sicilia uno status unico per favorire la commercializzazione dei bovini

La Regione siciliana avrà riconosciuto un unico “status sanitario di zona di protezione” indipendentemente dal numero e dalla sede dei focolai di Blue Tongue presenti. Questo significa che sarà garantita la libera circolazione degli animali da macello e da vita nell’intero territorio siciliano e che, quindi, la commercializzazione degli animali sarà più semplice. La notizia è stata resa ufficiale dal […]

» Read more

Blue tongue, nuovi casi in Sicilia

Risalgono a un mese fa gli ultimi casi di Blue tongue in Sicilia, un virus che colpisce bovini, ovini e caprini, attraverso punture di insetti. Una malattia che può compromettere la vendita degli animali, provocandone il blocco delle movimentazioni e creando un serio impatto socio-economico per gli allevatori. Come rileva l’Istituto zooprofilattico siciliano, gli ultimi focolai sono stati scoperti a […]

» Read more

Blue tongue, è di nuovo allarme a Siracusa e Ragusa: "Fare subito i controlli"

La Regione Siciliana ha disposto ai comuni di Siracusa e a parte dei comuni di Ragusa e ai servizi veterinari delle Aziende Sanitarie delle rispettive province, di avviare controlli capillari sul bestiame al fine di verificare la diffusione della Blue tongue, più comunemente conosciuta come lingua blu. L’allarme è scattato a seguito del rapporto trasmesso il 13 ottobre dall’Istituto Zooprofilattico […]

» Read more