Comunali a Corleone, vince Nicolosi. Secondo l’ex grillino Pascucci

Comunali a Corleone, vince Nicolosi. Secondo l’ex grillino Pascucci
26 novembre 2018

Al Comune di Corleone vince il centrodestra. E’ Nicolò Nicolosi con 3.587 voti il nuovo sindaco del paese del Palermitano. Il dato ufficiale è stato pubblicato dal sito dell’Ente dopo lo scrutinio di tutte le 12 sezioni.

Maurizio Pascucci, candidato inizialmente dal M5s e poi disconosciuto da Luigi Di Maio per avere postato su Facebook una foto con il nipote di Bernardo Provenzano, è arrivato secondo con 1.830 voti, poco più della metà dei voti del neo sindaco.

Il terzo candidato, Salvatore Antonino Saporito, ha ottenuto 1.006 consensi. Ieri alle urne si sono recati 6.611 elettori dei 10.814 aventi diritto, facendo registrare un’affluenza del 61,13%.

“L’esito delle elezioni – esulta Nicolosi – è una vittoria per la città. I corleonesi si sono svegliati affidando a noi il compito di condurre Corleone verso nuove mete. Lo faremo con la squadra di consiglieri e assessori che abbiamo designato, lo faremo con tutti i corleonesi”. 

A Corleone si è votato per eleggere sindaco e consiglio comunale dopo lo scioglimento del comune per mafia. 

Nicolosi, 76 anni, è stato sindaco dal 2002 al 2007, fallendo in seguito il secondo mandato per appena tre voti, con una coalizione di centrodestra; politico di lungo corso, ha fatto parte della Dc, fondatore del Patto per la Sicilia, poi è entrato nel Mpa di Raffaele Lombardo.



Leggi anche

Commenti