Sicilia, "serrata" del latte ovino decisa dai pastori

Condividi

Una “serrata” del latte ovino è stata decisa dall’Unione pastori siciliani dopo alcuni incontri tenuti in provincia di Trapani. Gli allevatori protestano contro i titolari dei caseifici che per l’acquisto del latte da trasformare in ricotta e formaggi offrono loro cifre ritenute esigue. “Il costo di produzione di un litro di latte ovino in questo periodo è superiore ad 80 centesimi – spiega Enzo Indelicato, vice presidente dell’Ups – ma i caseifici lo pagano a 75 centesimi, riducendoci in ginocchio. Il blocco del latte si protrarrà almeno fino al 16 novembre”. E per quella data, se non sarà trovato un accordo, gli allevatori annunciano di voler scendere in corteo a Palermo. A mettere in ginocchio il settore è stata la siccità dei mesi scorsi.

Leggi anche:  Foto Lamborghini, Letizia Battaglia: "Fotografo da sempre bambine, per me Palermo è una bambina"