Decreto Sicurezza, Orlando: “Quando Salvini diceva “Disobbedite alla legge”

Decreto Sicurezza, Orlando: “Quando Salvini diceva “Disobbedite alla legge”
3 gennaio 2019

Con un post pubblicato sulla propria pagina Facebook, Leoluca Orlando ribatte alle critiche e alle minacce di Matteo Salvini, ricordando quando lui, da leader della Lega, invitava i sindaci Leghisti a non applicare la legge.

Riportando un’immagine di Salvini che incitava a non celebrare le unioni civili, Orlando torna sulla questione della disposizione impartita agli uffici per non applicare una parte del Decreto Sicurezza.

“La differenza fra me e Salvini – afferma Orlando – a conferma del fatto che giochiamo su piano differenti e con regole differenti, è che io stesso mi rivolgerò al Giudice Civile per sollevare la questione della incostituzionalità di una parte del Decreto Sicurezza. Questo vuol dire rispettare la Legge tramite la legge. Non è questione di diritti dei migranti o di porte aperte a tutti, è una questione di diritti umani e civili per tutti, è questione di rispetto della Legge costituzionale che è garanzia per tutti i cittadini, italiani e non.”

Per Orlando, “oggi si comincia coi migranti e domani si prosegue con gli altri. I regimi, tutti i regimi della storia hanno sempre avuto inizio con una legge razziale disumana spacciata per legge sulla sicurezza.”

Leggi anche:  Crocetta alla riscossa. Annuncia un piano di riforme fino al 2017. Pd all'angolo


Commenti

Leggi anche:  Elezioni politiche, le tappe verso le urne




Leggi anche:  Liberi Consorzi in Sicilia al via, legge approvata all'Ars. Ecco cosa sono e come funzionano

www.ShopRicambiAuto24.it

Leggi anche:  Finanziaria, mano tesa dall' Ars a Crocetta: "In settimana completiamo il bilancio"

Succede




Leggi anche:  Vitalizi, Cancelleri: "Senza taglio siamo pronti a scendere in piazza"